Cos'è il TFM

Il Trattamento di Fine Mandato, conosciuto anche come Indennità di Cessazione di Carica, è un accantonamento annuo a favore degli amministratori di società, da erogarsi alla cessazione del rapporto.

Questo compenso è una sorta di liquidazione, equiparabile all’indennità di fine rapporto prevista per i lavoratori dipendenti.

A differenza del TFR previsto per i lavoratori dipendenti, che è disciplinato dall’art. 2120 del Codice Civile, nel caso del TFM per gli amministratori non esiste un articolo del Codice Civile che ne stabilisca l’obbligo di applicazione o l’esatto ammontare, né tanto meno esistono disposizioni previdenziali o sindacali che possano sostituire o integrare le disposizioni di legge.

Tale strumento è pertanto di libera pattuizione tra le parti interessate, ovvero tra la società e l’amministratore o gli amministratori.

Possiamo affermare che il TFM è una delle soluzioni più efficaci per rispondere alle esigenze previdenziali dell’imprenditore: è interessante valutare tale strumento, che finora risulta poco utilizzato specie nelle PMI, proprio dove si intende richiamare l’attenzione dei titolari d’impresa.

Il Trattamento di Fine Mandato è un compenso che gode di un regime di tassazione più favorevole rispetto al compenso ordinario e il cui costo è interamente a carico dell’azienda, che lo deduce interamente dalla propria dichiarazione dei redditi.

Il TFM gestito attraverso una polizza a “Vita Intera” ha il vantaggio di poter soddisfare le esigenze sia di risparmio che di protezione dell’imprenditore.